domenica 9 settembre 2012

NAGA TUPHANA - CONVERSAZIONI RILEVANTI

E cosi', visto che faceva caldo, freddo, sete o non lo so, ci siamo fermati a fumare una cinquantina di sigarette invece di fare quello che tanto non ci fregava quasi niente di fare.
Adesso... forse e' vero che se non fossimo stati in campagna non avremmo affrontato quei discorsi. O che se fossimo stati un un centro commerciale avremmo parlato d'altro. Ma io non ci credo. Perche' io parlo d'altro quasi mai. Al limite sto zitto.
Dunque, parlando parlando fumando fumando non lavorando non lavorando, abbiamo tratteggiato l'apologia di reato che e' lo staccarsi da qualsiasi morale e condursi per cieli stellati oltre i confini della terra rossa, oltre i confini dei colori e oltre le bandiere i cui stendardi si macchiano dei peggiori crimini e dei migliori dolori. Insomma: abbiamo steso un progetto senza capo ne' coda e ci siamo raccolti a cerchio sopra una sola parola. Abbiamo definito improprio il termine “ora d'aria” e abbiamo rivalutato l'orgoglio, perche' da qualche parte bisogna prenderla la spinta. Abbiamo favoleggiato di possibilita' marchiane e di altre piu' plausibili somiglianze, e poi ci siamo accorti che qualsiasi cosa avessimo detto, per noi, alla faccia del freddo, sarebbe stata sempre estate. E che i ponti non sono cosi' scomodi come dicono e che in fondo basta un dito per levare all'orso tutto il braccio, anche fino sopra al gomito.
S'e' prospettato, immediatamente come possibile, un arcano dal passato. Una montagna, una valle, quattro case e l'orto. Nessuna strada. E s'e' ammirata con parsimonia e fierezza la forza che deriva dal poter “fare senza”. In fondo quello che vale e' la vicinanza. E la tendenza. Tante vite in una sola. Non dico tutte, ma il maggior numero che si possa.
Del resto come dimenticare che i Sioux avevano quattro virtu' di cui andare fieri, quando a noi restano solamente le macchine e i figli su cui far crescere il muschio delle frustrazioni?
E' quindi deridendo gli ortopedici e i loro parametri di buona salute che abbiamo mirato sopra ai defunti lividi nei centri commerciali, e sulle segretarie che al quarto passo scodinzolano prima di stramazzare.
Abbiamo derubricato le impossibilita' che ci fanno diversi da chi viaggia smolecolarizzato, e ci siamo detti che non siamo, no, il nostro corpo. Certo che non lo siamo.
E abbiamo concluso con l'evidenza dei fatti, ammirandoci un po' ridendo seduti sopra i sassi, che
solo gli anarchici sono belli, o insomma... solamente i ribelli. Quelli, nel cupo menefreghismo, s'inquietano e traggono dal limite estremo ogni stilla di sangue quando pioggia diviene e li innaffia. Aspettano chi freme, fremono e non temono nessuna minaccia. Scaraventano ogni peso e sbeffeggiano i deliranti osceni giochi. Selvaggi, a loro bastano sassi lisci, terra e foglie. E incorruttibili sono, perche' non si stendono su nessun tempo immemore, sopra nessun futuro, dato che ci si ribella nell'istante di non sopportazione, e mai per un paradiso promesso, per un sogno negato o per una scala di basalto che qualcuno da sotto ti ha levato. E incorruttibili rimangono, da sempre e per sempre, perche' annullano il tempo e il divenire urlando se stessi a squarcia gola sopra al mondo, e il mondo li osserva trema e poi vibra con un clamore armonico.
Ci si ribella in un tempo immobile, e' stata la conclusione. E si resta fermi nello spazio per sempre. E se anche durasse solo il battito di ciglia quel momento irripetibile, a pochi sarebbe stato concesso di incarnare cosi' tanta meraviglia.


al_terzo_doppio_whisky

52 commenti:

  1. In effetti è duro il lavoro della segretaria. Riuscire a stare in equilibrio ogni volta che si riesce ad alzare il culo dalla sedia.
    E io che di equilibrio non ne ho nemmeno un po', continuo ancora a fare questo lavoro che mi destabilizza ...
    Che c'è un Tepee anche per me? Un due posti grazie :)

    (però un fotoblog sui "defunti lividi dei centri commerciali" ci starebbe veramente neh)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e ci starebbe si. ne abbiamo parlato con Eri, anche. lei dice che magari prendendo in gruppo le persone si evita di essere denunciati. certo che se vai in un centro commerciale con una macchina fotografica e cominci a scattare, come minimo ti vengono a pinzare i commessi. poi qui giusto un paio di settimane fa hanno svuotato, di notte, una sede Trony. ti immagini le risate se dalle telecamere a circuito chiuso, nei giorni precedenti al fatto, mi avessero visto fotografare allegramente interno ed esterno locale?

      Elimina
  2. già ... con la faccia che ti ritrovi ti venivano a prendere subito :)
    magari mandiamo qualcun altro eh. tu ci fai il commento semmai ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vacci te. al limite svolti qualche anno vitto e alloggio a gratis. vedi che ti rimetti pure in forma.... altro che tepee per due...

      Elimina
    2. Potrebbe essere un'idea va ... magari incontro gente più simpatica di te! E ci guadagno in salute.

      Elimina
    3. ricordati di richiedere prima un certificato di convivenza. almeno X ti puo' portare le arance....

      Elimina
    4. Sarà meglio che la dichiariamo prima la convivenza ...

      Elimina
    5. decisamente.... cmq siamo di ritorno da un giro nei centri commerciali con macchine fotografiche. mi e' venuta in mente quell'immagine degli scaffali vuoti con la didascalia "siete pronti a questo?" che girava tempo fa. gli scaffali sono pieni. ma dentro i negozi non c'era nessuno.

      Elimina
    6. La didascalia funziona anche per questa di immagine ...

      Elimina
  3. serve mica un ragioniere per la contabilità e gestione generale dei blog?
    Ugo

    RispondiElimina
  4. ha ragione Ugo, sembri una piovra di dolceacqua:P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. semmai una piovra di acqua dolce, Ugo

      Elimina
    2. uff differenza irrilevante

      Elimina
    3. non posso pagare i contabili e sono per l'autogestione... cmq mangero' prima o poi uno dei miei tentacoli. passatemi il sale.

      Elimina
  5. Questo post, in un certo senso, è in linea con la me di oggi...:)
    Un abbraccio amico...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, e' vero. l'ho pensato anche io leggendoti.
      ciao m4ry

      Elimina
    2. Ehi..è già la seconda vola che capita..forse ci converrebbe cominciare a concordare i contenuti dei nostri post ;)..o forse siamo semplicemente sulla stessa lunghezza d'onda ?? :)

      Elimina
    3. g3ert giorni fa diceva che sembra a volte circolino dei virus nell'aria...

      Elimina
    4. E' vero..anche io ho questa teoria, perchè, non so se ci hai fatto mai caso, ma sembra che a volte, più persone, si trovino a vivere situazioni simili...
      O forse, quando viviamo qualcosa, siamo più attenti a notare situazioni simili alle nostre..comunque sia..ultimamente siamo più o meno allineati :)
      Baciooo

      Elimina
    5. si, anche l'attenzione gioca il suo ruolo... :)

      Elimina
  6. Ma questo post è davvero bello e mi fa odiare le stelle, cosa buona e giusta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il rapporto che abbiamo con le stelle non e' paritario affatto. cominciava cosi', piu' o meno, un post su LMA...

      Elimina
    2. lo dice anche Sgalambro.. se vuoi ti rileggo il passo in cui ne parla.. ahahahahaha

      Elimina
    3. non lo leggi Lorenzo? Sgalambro e' stato giustiziato dalla folla che ha preferito a lui Battiato...

      Elimina
  7. le ultime notizie ci forniscono una data..ed è la prima volta che abbiamo un riferimento temporale un po' preciso. Premesso che le politiche non hanno mai infuso speranza e non sarà questa la volta in cui le si attribuirà la qualità che è sempre solo stata e sempre rimarrà appannaggio di fedeli, direi che dunque Luglio 2013 è il limite massimo per racconti e buoni propositi, ecco, entro maggio preferirei parlare di come è stato bello il viaggio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sarebbe meglio scrivere di Narkotika dal di fuori dei reticolati, in effetti... io lo preferirei.

      Elimina
    2. a me incuriosisce anche come il nuovo punto di vista può cambiarne il mood, e in generale parlare delle stesse cose ma da una nuova situazione

      Elimina
    3. comunque la situazione cambia. in un modo o nell'altro. e questo e' un fatto di cui non si puo' non tenere conto. per fortuna.

      Elimina
  8. non è che rimasta una sigaretta anche per me? magari ne hai fumate 49 e la cinquantesima è rimasta intatta...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tabacco... fumiamo tabacco. se vuoi, ne ho ancora... ho anche i filtri di cotone.

      Elimina
    2. aggiudicato! ti faccio notare che qui da te c'è il fuso orario e sono quasi le 14.30... la crisi è vicina.

      Elimina
    3. S. dice che ho il fuso orario della corea del nord. occhio ad avere crisi con me, che c'ho le testate atomiche.... :P

      Elimina
    4. sono troppo stanca per avere delle crisi... domani, magari. notte :-)

      Elimina
    5. menomale. dopo la pasta coi peperoni un confitto nucleare sarebbe stato davvero troppo...

      Elimina
    6. certo che anche tu... la pasta coi peperoni! con sto caldo...

      Elimina
    7. eh e' vero, ma e' venuto a cena un vegetariano e la pasta al forno l'ho fatta coi peperoni. altrimenti l'avrei fatta con la salsiccia....

      Elimina
    8. sì, ma che fame. allora la prossima volta ti passo un vasetto del mio sugo fatto in casa, vedrai che figurone.

      Elimina
    9. lo so che a caval donato etc etc ma... fatto in quale parte della casa, precisamente? :P

      Elimina
    10. hai presente quello spazio con le pentole, i mestoli, il lavandino? non so tu, ma io lo chiamo "cucina" :-)

      Elimina
    11. allora se mestoli e pentole non le tieni in bagno, vada per il sugo fatto in casa! :P

      Elimina
    12. no. e' che io le stoviglie le tengo in bagno :P

      Elimina
    13. allora posso confessarti che io tengo i cotton fioc in frigorifero...

      Elimina
    14. ti capisco. anche io ho le orecchie calde.

      Elimina
  9. ci sono milioni di esseri che un momento così manco sanno che è ....

    RispondiElimina
  10. Certo che l'alcool nel tuo caso non stordisce.
    Bella cosa hai scritto, quasi difficile da commentare.
    Io ci ho letto passione. La passione non è solo quella scopereccia,ma è qualcosa di più e non appartiene a tutti. E ci si riconosce in pochi. Pochi ma buoni.

    P.S.
    Azz che presuntuosa che sono.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lungi da me pensare che la passione sia solo quella scopereccia... :)
      cmq... pochi ma necessariamente buoni.

      Elimina
  11. ...ciao...sto trascurando i tuoi blog ultimamente... Ma pian piano ti leggo neh...
    ;-)

    RispondiElimina
  12. ciao grande Kap....ti abbraccio anch'io :-)

    RispondiElimina